L’obiettivo del GEMME è quello di riunire giudici degli Stati membri dell’Unione europea e degli Stati membri dell’Associazione europea di libero scambio (EFTA), compresi Svizzera, Liechtenstein, Norvegia e Islanda, che, praticando o desiderando l’uso di metodi alternativi di risoluzione delle controversie, ritengono che una giustizia efficace e pacifica implica, tra l’altro, la promozione e lo sviluppo di tali metodi alternativi e più in particolare la mediazione giudiziaria.
Si tratta di giudici professionisti o non professionisti, in carica o onorari.
Essa riguarda anche i tribunali in cui operano tali magistrati, secondo le possibilità offerte loro dalle disposizioni che li disciplinano.
L’associazione ha per oggetto l’Unione europea e i paesi membri dell’EFTA. (Svizzera, Liechtenstein, Norvegia, Islanda).

Promuovere, in ciascuno Stato membro dell’Unione e nell’ambito dell’EFTA, la riunione di giudici che lavorano per la mediazione, al fine di rafforzarne e migliorarne la pratica.
scambiare, all’interno di ciascuno Stato membro dell’Unione, nonché nell’ambito dell’EFTA, pratiche ed esperienze in materia di mediazione, conciliazione o qualsiasi altro metodo alternativo di risoluzione delle controversie.
Contribuire allo sviluppo di metodi alternativi di mediazione e di risoluzione delle controversie, partecipando alle riflessioni e ai lavori delle istituzioni europee e dell’EFTA, lavorando per promuovere l’insegnamento dei metodi alternativi di mediazione e di risoluzione delle controversie durante gli studi giuridici e la formazione di giudici e avvocati, facendoli conoscere ai professionisti e ai cittadini, partecipando alla formazione dei mediatori e collaborandovi.
Sostenere con qualsiasi mezzo i magistrati nel loro approccio individuale a favore della mediazione e incoraggiare la loro formazione in vista di un suo uso pertinente ed efficace, nonché qualsiasi altro metodo alternativo di risoluzione dei conflitti legalmente ammessi.

Chiudi il menu